Uccrociati di Uccr: la “lobby gay” minaccia gli psicologi. Un po’ di fatti per tornare alla realtà.

Gli uccrociati pubblicano un articolo dal titolo “Lo psichiatra Ablow: «approvo lo studio sui disturbi dei figli dei gay, ma temo a dirlo»”.

Per scrivere questo articolo i nostri “uccrociati” si sono affidati ad un articolo dal titolo “I dati sui figli dei gay sono veri. «Non dirlo è andare contro l’evidenza»” scritto su Tempi.it (il sito di Comunione e Liberazione) da Benedetta Frigerio.

Il succo dell’articolo è molto semplice. Il sociologo Mark Regnerus ha pubblicato uno studio sul “Social Science Research” riguardo le problematiche dei bambini cresciuti all’interno di coppie omosessuali.
Riguardo questo studio è intervenuto anche lo psichiatra americano Keith Russel Ablow che – intervistato da Fox News – ha detto: «Mi costa dirlo perché verrò minacciato e possibilmente leso» ed inoltre «anche io sarò minacciato per i dati che sto semplicemente riportando. Mi vogliono bruciare la macchina, la casa, verranno a protestare sotto il mio ufficio. Purtroppo siamo nel clima del politicamente corretto davanti a cui nemmeno i dati scientifici sono sufficienti a porre delle regole. Infatti, chi attacca questo studio, anche con rabbia e violenza, non lo fa mai portando argomentazioni scientifiche indiscutibili. Per questo ho pensato molto ad esprimermi in materia, perché tutte le volte che lo faccio vengo minacciato. Ho esitato perché sono sempre più preoccupato delle minacce e odio per posta e e-mail che ricevo ogni volta che, anche soltanto menziono, la questione apparentemente ineffabile di come le forze sociali legate all’orientamento sessuale e all’identità di genere potrebbero influenzare il benessere nei bambini. Eppure, cedendo a queste preoccupazione significherebbe restare vittima del bullismo, tornando a quando ero un timido ragazzino di scuola, e io non sopporto questo». Insomma un eroe dei tempi moderni……

Queste ovviamente sono solo delle libere supposizioni e Ablow si guarda bene dal dire chi lo minacci e se abbia denunciato tali minacce alla Polizia.
Anche io potrei affermare che – dopo aver scritto questo articolo sarò picchiato da un’orda famelica di “compagnucci della parrocchietta” ma – fintanto che questo non avviene – le supposizioni (o meglio illazioni) restano tali e senza nessun valore.

Da razionali (come tali dovrebbero essere anche gli uccrociati) consideriamo i fatti.
Keith Ablow è intervenuto varie volte contro il matrimonio e l’adozione omosessuale.
Sul sito di Fox, il 5 agosto 2010 ha pubblicato l’articolo “Are we ready for Triangle Marriage?” contro il matrimonio omosessuale.
L’11 aprile 2011 – sempre dal sito della Fox – intervenne sull’identità di genere con l’articolo “J. Crew Plants the Seeds for Gender Identity”.
Il 25 agosto 2011 pubblicava l’articolo “Paving the Way for Condoning Child Rape” in cui addirittura paragonava la pedofilia all’omosessualità.
L’ultima pubblicazione riporta la data del 12 giugno 2012: con l’articolo “Study finds host of challenges for kids of gay parents”, Ablow esprimeva la sua contrarietà all’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali.

Considerato che Keith Ablow sicuramente non riscuote – per ciò che scrive da tempo – le simpatie del mondo omosessuale negli Usa e considerate le paure espresse nell’intervista alla Fox (ripresa dai nostri uccrociati) c’è da pensare che lo psicologo statunitense sia stato già oggetto di varie aggressioni fisiche nel passato.

In effetti Keith Ablow ha ricevuto il 6 gennaio 2010 un calcio alla testa da Keith Luke (Keith vs Keith…..). Purtroppo (o per fortuna…) Keith Luke non è un attivista omosessuale ma un attivista per la supremazia della razza bianca ed assassino di due persone per motivi razziali: c’è da dubitare fortemente che Luke nutra molte simpatie per le persone omosessuali (si è inciso una svastica sulla fronte).
Keith Ablow era stato assunto dai legali di Luke per dimostrare la sua infermità mentale e – durante la visita in cella – Ablow è stato assalito dal suo cliente.

Se pensiamo che – nonostante i suoi articoli – Ablow non è stato mai attaccato da persone omosessuali, lo psichiatra statunitense (ed i nostri simpatici uccrociati) forse – invece di preoccuparsi della reazione della “lobby gay” – dovrebbe preoccuparsi della reazione dei suoi clienti.

Annunci

2 pensieri su “Uccrociati di Uccr: la “lobby gay” minaccia gli psicologi. Un po’ di fatti per tornare alla realtà.

  1. Onorio
    Che a qualcuno piaccia prenderlo o darlo nel di dietro è un fatto suo, ma che ciò sia considerato normale mi pare un’esagerazione, come mi pare legittimo che a molti la cosa faccia schifo……Oramai non c’è limite al peggio, fra un po proteggeremo i pedofili, i drogati ( già lo si fa) e tutti i varii deviati del mondo. Vomitevole!
    Rispondi
    1. Cagliostro Autore articolo
      Hai le idee un molto confuse.
      Il concetto di “normalità” a cui tu ti richiami è qualcosa di soggettivo: anche io non trovo normale che le persone si accaniscano tanto per il calcio o per la religione ma non per questo mi sento di biasimare chi lo fa.
      “Mi pare legittimo che a molti la cosa faccia schifo”: è solo la tua opinione che inoltre non rispecchia il pensiero degli Italiani. Secondo un sondaggio Istat il 65,8% degli Italiani è molto o abbastanza d’accordo con l’affermazione secondo la quale “si può amare una persona dell’altro sesso oppure una dello stesso sesso: l’importante è amare”, il 74,8% della popolazione non è d’accordo con l’affermazione “l’omosessualità è una malattia”, il 73% con “l’omosessualità è immorale”, il 74,8% con “l’omosessualità è una minaccia per la famiglia”.
      Cosa c’entrano i pedofili ed i drogati con gli omosessuali? Al momento solo la Chiesa protegge i propri preti pedofili.
      In che modo affermi che i drogati sono già protetti? Conosci la legge Fini/Giovanardi per caso?
      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...