L’associazione cattolica Uccr e le “feroci reazioni”

L’associazione cattolica Uccr (Unione cristiani cattolici razionali) ci ha abituati ad articoli con regole del giornalismo un po’ sui generis.
Nel loro blog compare un articolo su una donna che avrebbe lasciato l’omosessualità per tornare ad una situazione di eterosessualità.
Nell’articolo si legge: «È la storia di Doreena Paz, recentemente pubblicata in esclusiva su ReligionEnLibertad.com e qui riportata per la prima volta in italiano». (grassetto nostro e link loro).
In effetti l‘”esclusiva” del sito cattolico ReligionEnLibertad è paragonabile alla pubblicazione su Il Politecnico di Elio Vittorini del romanzo americano Per chi suonano le campane (questo il titolo con cui uscì sul giornale dello scrittore siciliano) di Ernest Hemingway.
Inoltre gli uccrociati dovrebbero domandarsi come mai questa storia è stata riportata per la prima volta in italiano proprio sul loro sito: magari nessun altro ha ritenuto degna di nota questa storia.
Per il resto resta la solita storia di una ex-omosessuale con alcune caratteristiche che sono presenti in simili storie: una situazione familiare difficile, una crisi religiosa (l’elemento religioso è sempre presente), l’incontro con un compagno gay che si scopre avere molti problemi, la scoperta della “banalità” del mondo gay, la ritrovata fede religiosa con annessa lettura della Bibbia, partecipazione alle attività pastorali, etc. e la successiva “conversione” (non si capisce se sia una conversione religiosa o una fantomatica “conversione sessuale”). Alla fine – come panacea di tutti i mali – questa ex omosessuale «decise d’entrare in terapia riparativa per la cura dell’omosessualità» (grassetto loro). Quindi se si scrive di “cura dell’omosessualità” gli uccrociati intendono che l’omosessualità sia una malattia: ciò – oltre ad essere una totale sciocchezza dal punto di vista scientifico – è anche dannoso per gli stessi omosessuali (oltre che offensivo) che potrebbero pensare che il loro stato debba essere “curato”. Ovviamente – come in tutte queste storie – manca sempre il nome dello psicologo che avrebbe avuto in “cura” l'”ex omosessuale”.

In un successivo articolo affrontano la scoperta della storica americana Karen King che ha trovato un papiro che proverebbe (il condizionale è d’obbligo) che Gesù Cristo era sposato.
A prescindere dalla questione specifica nel blog di Uccr si legge «infatti la stessa studiosa King, intervistata da “Repubblica” (che non vede l’ora di una feroce “reazione ufficiale della Chiesa cattolica”)» (virgolette e collegamento loro).
Quando si riporta una frase tra virgolette, correttezza vuole che il testo riportato sia fedele all’originale. Se nel caso di traduzioni da una lingua straniera all’altra ci possono essere dei problemi oggettivi di fedeltà al significato originale, nel caso di fonti italiane (come in questa situazione) questo problema non si pone: basta copiare ed incollare.
Aprendo il link di Repubblica riportato nello stesso blog si legge la domanda del giornalista Marco Ansaldo che domanda testualmente «Potrebbe aprirsi ora un dibattito sul celibato dei sacerdoti. Ha ricevuto reazioni ufficiali da parte della Chiesa Cattolica?».
A questa domanda la storica risponde semplicemente: «Non ancora. So che questo frammento adesso causerà discussioni su sessualità e celibato, che negli Stati Uniti sono già a uno stadio avanzato».
Quindi Karen King non afferma assolutamente che “non vede l’ora” (quasi come se fosse pronta ad una sfida) e né lei né il giornalista usano mai l’aggettivo “feroce”: insomma la mistificazione della realtà continua.

Annunci

3 pensieri su “L’associazione cattolica Uccr e le “feroci reazioni”

  1. Alessandro A. Galvani

    Che poveri dementi questi uccretini che han pubblicato l’articolo.
    Hanno il cervello fermo al banco della frutta dell’esselunga, professionalmente parlando.
    Una (presunta) bambina viene portata (forse) da uno psicologo (presunto) che avrebbe parlato del suo lesbismo come di “varietà sessuale”. Eh?!?!?!? Varietà sessuale? Quelli sono i limoni e le barbabietole al mercato del mercoledì mattina, cattolici ignoranti!
    Miodio, non controllano neanche quello che scrivono, ormai! Vedono la parola omosessualità e perdono il controllo.
    Hahahahahahahaha. Ma daiiii, ma si può avere dei nemici di livello così basso?

    Rispondi
    1. Cagliostro Autore articolo

      Infatti qui si parla solo di “presunzioni” mentre sappiamo cosa affermi la psicologia in materia di terapie riparative: ma ovviamente continueranno…..Ci si diverte un po’…

      Rispondi
  2. Pingback: Anonimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...