Alessandra Mussolini: «Favorevole al matrimonio gay».

Negli Stati Uniti le elezioni presidenziali non solo hanno portato al secondo mandato di Barack Obama ma anche all’approvazione del matrimonio omosessuale negli Stati del Maine, Mariland e Washington: inoltre gli elettori del Minnesota hanno respinto la proposta di inserire nella costituzione il divieto al matrimonio per le coppie dello stesso sesso.
Le notizie positive per la comunità lgbt non sono mancate anche in Europa: infatti la Corte costituzionale spagnola ha dichiarato costituzionale il matrimonio omosessuale per le coppie dello stesso sesso che era stato approvato durante il governo Zapatero ed il popolare Mariano Rajoy ha dichiarato che manterrà in vigore la legge.
L’ultima notizia positiva per la comunità lgbt arriva dalla Francia dove il governo Hollande ha varato il matrimonio omosessuale con possibilità di adozione: il provvedimento sarà vagliato dal Parlamento a gennaio ma – a parte eventuali sorprese – diventerà legge considerata la forte maggioranza del leader socialista all’interno dell’assemblea.
L’Italia purtroppo si conferma fanalino di coda in materia di diritti civili: la Commissione Giustizia della Camera ha infatti bocciato il testo di legge contro l’omofobia.
A parziale consolazione di questa bocciatura, con una nota del dipartimento della pubblica sicurezza, il ministero dell’Interno ammette la possibilità, per uno straniero sposato con un italiano dello stesso sesso residente in Italia, di vedersi riconosciuto come «familiare» ai fini del soggiorno in Italia e, quindi, chiedere direttamente alla questura il rilascio del documento: perciò il matrimonio gay celebrato all’estero tra uno straniero e un italiano dà diritto al rilascio del permesso di soggiorno come «familiare» di un cittadino dell’Ue.
La nostra classe politica si dimostra sempre insensibile al tema dei diritti civili nonostante uno studio condotto dall’università di Roma La Sapienza e dal’università di Perugia rileva come la questione dei diritti umani riguardi anche aspetti economici e la conquista dei diritti civili ha anche effetti positivi nella capacità di innovazione delle imprese: questo dovrebbe essere un elemento di riflessione per chi magari non è sensibile ai diritti degli omosessuali ma è sensibile alle sorti economiche del nostro Paese.
Nel frattempo il consenso a favore dei matrimoni per le coppie dello stesso sesso fa breccia anche a destra. L’On. Mussolini, intervistata dal Secolo XIX, si dice «favorevole ai matrimoni gay» anche in Italia dichiarandosi disponibile a «votare a favore di una legge». Secondo la parlamentare del Pdl «È giusto che si possano sposare in Comune. Si darà più stabilità alle coppie. E poi, davvero, non è negativo e non destabilizza nulla. È un altro tipo di famiglia. Ormai i tempi sono ipermaturi. E non credo sia giusto privare due persone della volontà di unirsi». La parlamentare si è detta comunque contraria alle adozioni da parte degli omosessuali.

Articolo pubblicato anche su

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...