Gli omosessuali? Bravi genitori secondo i pediatri americani.

American Academy of PediatricsQuesta volta ad esprimersi a favore del matrimonio e dell’adozione per le coppie dello stesso sesso è l’American Academy of Pediatrics (Aap), l’associazione americana a cui sono iscritti più di 60mila pediatri.
In un comunicato l’Aap ritiene che il matrimonio sia il miglior modo per garantire sicurezza ai figli e Benjamin Siegel, presidente del comitato dell’Aap sugli aspetti psicosociali della salute del bambino e della famiglia e professore di pediatria e psichiatria alla Boston University School of Medicine ha affermato: «I bambini crescono bene in famiglie che sono stabili e che forniscono un senso di sicurezza permanente ed il modo in cui farlo è attraverso il matrimonio. L’Aap crede che ci dovrebbero essere pari opportunità per ogni coppia di accedere ad una stabilità economica ed agli aiuti federali forniti alle coppie sposate per crescere i figli». Al Time Siegel ha dichiarato: «Ne sappiamo abbastanza dello sviluppo del bambino da poter dire che i bambini sono educati quando hanno due adulti amorevoli, solidali, legati l’uno con l’altro a prendersi cura di loro. I bambini che crescono con due genitori dello stesso sesso sviluppano normalmente come il resto della popolazione».
Già in una nota diffusa nel 2002, e riconfermata nel 2010, l’Aap esprimeva il suo sostegno all’adozione per il partner omosessuale di un genitore che aveva un figlio nato da una precedente relazione. Nella dichiarazione del 2013 aggiunge il sostegno a favore del matrimonio civile per le coppie dello stesso sesso, l’adozione dai parti dei single o da parte delle coppie omosessuali.
Secondo Ellen Perrin dell’Aap e docente di pediatria alla Tufts University School of Medicine: «L’Aap è stata a lungo un sostegno per tutti i bambini, e questa aggiornata politica riflette una naturale maturazione del sostegno dell’Accademia nei confronti delle famiglie. Se un bambino ha due genitori amorevoli e capaci che scelgono di creare un legame permanente, è nel migliore interesse dei loro figli che gli istituti giuridici consentano loro di farlo». Sempre Ellen Perrin ha detto al New York Times: «Se gli studi sono diversi tra loro nella metodologia e nel campione, ma i risultati continuano ad essere simili, questo offre agli scienziati ed ai lettori più fiducia nei risultati».
L’Aap sottolinea come la ricerca scientifica mostri che non ci sia una relazione tra l’orientamento sessuale dei genitori ed il benessere dei figli mentre molti studi dimostrano come i bambini di coppie dello stesso sesso hanno una normale maturità psicologica quando sono amati, i genitori hanno un impegno di genitorialità condivisa ed hanno un forte sostegno sociale ed economico. Al contrario i fattori critici che influenzano il normale sviluppo e la salute mentale dei bambini sono la tensione tra i genitori, la stabilità economica e sociale, le risorse della comunità, la discriminazione e l’esposizione dei bambini a fattori ambientali. Secondo l’Aap negli Usa ci sono circa due milioni di bambini con genitori dello stesso sesso.
Un altro studio a favore dell’adozione da parte di genitori dello stesso sesso viene dalla Gran Bretagna. Come riporta l’Independent secondo una ricerca del Centro per gli studi sulla famiglia dell’università di Cambridge i timori che i bambini adottati da coppie dello stesso sesso possano realizzarsi peggio nella vita rispetto ai coetanei cresciuti in coppie eterosessuali sono del tutto infondati. Lo studio – pubblicato in un rapporto dell’Associazione britannica per l’adozione e l’affido – ha preso in esame le esperienze di 130 famiglie adottive britanniche formate da genitori dello stesso sesso e con bambini di età compresa tra i quattro e gli otto anni. Particolare attenzione è stata dedicata alla qualità delle relazioni familiari e sul modo in cui i genitori svolgevano il loro compito. Secondo lo studio non vi è alcuna prova che le tendenze maschili o femminili dei bambini sono influenzate dall’avere genitori gay mentre la vita familiare e la qualità dei rapporti sono molto simili a prescindere dall’orientamento sessuale dei genitori dei bambini. I bambini non sono svantaggiati e la stragrande maggioranza non sono vittime di bullismo a scuola anche se questo problema è maggiormente sentito nelle scuole secondarie rispetto a quelle primarie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...